Podere Il Pero

Descrizione del sito e dell’intorno ambientale

L'impianto è localizzato in Provincia di Arezzo, nel Comune di Castiglion Fibocchi, ed in particolare il sito si trova a circa 4 km a Ovest dal suo centro abitato. La principale via di comunicazione nella zona circostante il sito è la SP di Setteponti che si sviluppa a Nord dell'impianto. L'ingresso del sito si trova sul lato Est rispetto all'impianto, dove sono ubicati anche gli uffici e la pesa. L'area della discarica è delimitata nel suo intorno da terreni agricoli e zone boscose. Sul lato sud dell'impianto, adiacente alla recinzione, ma all'esterno della proprietà, si trova un fosso che drena, se presenti, le acque sub-superficiali provenienti da Nord/Est, che confluisce nel torrente Bregine, ubicato ad Ovest rispetto all'impianto e costituente l'asta idrografica principale. La strada principale Setteponti di cui si è detto si trova a Nord dell'impianto a circa 550 m dall'ingresso. L'autorizzazione vigente è stata rilasciata dalla Provincia di Arezzo con Provvedimento Dirigenziale n. 22/EC del 05/02/10 (AIA). La scadenza dell'autorizzazione all'esercizio è fissata al 05/02/2015. La capacità totale attuale della discarica è di 674.000 m3 (558.000 m3 della vecchia discarica + 116.000 m3 del recente progetto di adeguamento funzionale della discarica). L'Autorizzazione prevede che nell'impianto possono essere conferite le seguenti tipologie di rifiuto:
- i flussi dei rifiuti solidi urbani e assimilati, autorizzati dall’Amministrazione provinciale;
- i fanghi dal trattamento reflui urbani autorizzati dall’Amministrazione provinciale;
- rifiuti speciali non pericolosi;
Nello specifico i codici CER per cui la discarica Il Pero è autorizzata sono quelli riportati nella tabella C del Provvedimento Dirigenziale 22/EC.

Chiusura impianto

Per decisione dei vertici aziendali, a partire dal marzo 2014 sono cessati i conferimenti di rifiuti presso l'impianto. Nell'estate 2015 sono iniziate le operazioni per il capping definitivo, tutt'ora in corso. Al termine di questa fase, inizierà la gestione post mortem della discarica.