Monitoraggio odori

Servizio monitoraggio e rilevazione odori molesti

A partire dal 2009 è stato attivato, attraverso una convenzione con una Cooperativa sociale di tipo B del territorio, un “Servizio di monitoraggio e rilevazione di odori molesti per la discarica di Podere Rota funzionante sette giorni alla settimana, per quattro ore al giorno, ad orari diversi per poter coprire nell’arco di una settimana le principali fasce della giornata (dalle ore 07.00 fino alle 22.00). Gli operatori a bordo di auto aziendale, si muovono in aree circostanti l’impianto al fine di individuare possibili fonti di emissioni di cattivi odori, anche non riconducibili alla discarica. Gli operatori sostano in postazioni fisse numerate e corrispondenti a luoghi sensibili, quali centri abitati e zone residenziali. Gli operatori hanno a disposizione un registro degli eventi in cui misurare l’intensità dell’eventuale odore percepito, con un grado variabile in una scala di giudizi:

0 = nessun odore
1 = odore appena percepibile
2 = odore debole che può essere riconosciuto
3 = odore facilmente rilevabile
4 = odore forte
5 = odore molto forte

Sono annotati direzione del vento e ora, luogo e durata dell’evento, quando possibile. Ogni due settimane le schede di rilevazione degli odori vengono inviate al Responsabile della comunicazione di CSAI Spa, che provvede a restituire i dati forniti attraverso dei grafici, poi pubblicati e consultabili su questa sezione del sito internet aziendale.  I punti di monitoraggio complessivi sono 13, lungo un percorso di circa 30 km. Per agevolare la comprensione al pubblico dei dati rilevati si riportano in grafico solo i 6 punti principali e che presentano generalmente maggiore criticità. Ovviamente gli altri dati rimangono a disposizione nei nostri archivi per chi fosse interessato ad approfondire.  Tale campagna di monitoraggio non ha pretese accademiche o di contraddittorio con i cittadini che manifestano disagio, anche perché la percezione degli odori è di natura soggettiva,  tuttavia la cospicua mole di dati ed informazioni raccolti quotidianamente nel corso di questi anni ci consente di avere un quadro complessivo della situazione e di poter almeno distinguere tra disagi causati eventualmente dai nostri impianti e quelli originati da soggetti terzi e di poter definire con una ragionevole certezza i periodi dell'anno in cui i fenomeni olfattivi si manifestano con maggiore intensità e/o frequenza.

In ogni caso le oltre 1700 schede giornaliere archiviate fino ad oggi, prodotte in file di foglio di calcolo (vedi fac simile a lato),  sono tutte confrontabili tra loro e riproducono la situazione per giorno, ora, direzione vento, località e intensità del fenomeno ed i dati possono essere agevolmente incrociati tra loro. La rilevazione è soggettiva ma il metodo adottato è scientifico (sistematico, condivisibile, verificabile, ripetibile, riproducibile).

Nel 2009 è stato dato incarico ad una  società altamente qualificata nella valutazione delle problematiche connesse agli impatti odoriferi, di svolgere una campagna di monitoraggio speciale mediante nasi elettronici. Il progetto ha previsto l’installazione di quattro rilevatori delle emissioni odorifere collocati in postazioni strategiche nell’intorno esterno degli impianti. L’esatta ubicazione è stata valutata dal comitato tecnico dell’azienda in modo da tenere conto delle necessità tecnico–scientifiche di validazione dei risultati e tenendo conto delle esigenze dei Comuni interessati sulla base della provenienza delle segnalazioni olfattive ricevute. Gli strumenti hanno misurato 24h/24h per 12 giorni. I risultati della prima campagna di monitoraggio speciale mediante nasi elettronici sono stati illustrati il 25 gennaio 2010 nel corso di un incontro con le Autorità locali competenti alle quali successivamente è stata trasmessa un’apposita “Relazione tecnica di determinazione senso–strumentale dell’impatto olfattivo”. Una seconda campagna di monitoraggio è stata svolta dal 17 maggio 2010 al 7 giugno 2010.

Infine CSAI Spa nel 2010 ha dato incarico ad una Società di servizi informatici di realizzare un sistema di elaborazione dei dati meteorologici provenienti dalla stazione di Podere Rota, con restituzione delle elaborazioni grafiche della direzione del pennacchio di diffusione per la verifica del trasporto aereo degli odori nelle direzioni segnalate a carattere anche previsionale. L'analisi del modello diffusionale delle emissioni odorifere e del regime dei venti ha consentito di interpretare alcuni eventi e, in alcune situazioni, di ritenere improbabile che la percezione dei cattivi odori in determinate zone ed ore della giornata fossero riconducibili al sito di Podere Rota, in quanto questo risultava posizionato sottovento rispetto ad esse.